TSS e ricerca: una Singola Sessione di CBT di gruppo può essere efficace per il trattamento dell’insonnia?

TSS e ricerca: una Singola Sessione di CBT di gruppo può essere efficace per il trattamento dell’insonnia?

Con l’articolo di oggi riportiamo i dati di una ricerca svolta nel 2013 presso il Centro medico Kaiser Permanente a Fontana in California volta a dimostrate l’efficacia e l’efficienza della Terapia a Sessione Singola di gruppo associata alla Terapia Cognitivo Comportamentale per il trattamento dell’insonnia cronica (TCC-I).

 

 

Qual è stato l’obiettivo della ricerca?

Dennis Hwang, Direttore Medico del Dipartimento di Medicina del Sonno del Kaiser Permanent afferma che l’obiettivo dello studio non era quello di dimostrate se la Terapia Cognitivo Comportamentale fosse un trattamento efficace per l’insonnia, ma quello di scoprire se un diverso modo di utilizzarla potesse renderla efficace non solo per un solo individuo, ma per runa popolazione più ampia.

 

 

Da quale esigenza è nata tale ricerca?

Sempre secondo Hwang, la necessità di trovare soluzioni innovative è legata al fatto che l’insonnia cronica è una condizione molto comune che colpisce fino al 30% della popolazione. I programmi tradizionali eseguiti individualmente o in piccoli gruppi hanno sempre richiesto più visite, limitando il volume di pazienti che possono accedervi. Il programma per il trattamento dell’insonnia al Kaiser Permanente Fontana, invece, ha rappresentato una vera innovazione in quanto è stato realizzato con un gruppo più ampio di persone (20 partecipanti) le quali hanno partecipato a una sola sessione, seguita da follow-up telefonico.

 

 

Come si è svolta la sperimentazione?

Il centro ha offerto due sessioni settimanali, ciascuna della durata di 2,5 ore con un massimo di 20 persone che presentavano la problematica dell’insonnia cronica.

Il programma, tenuto da un assistente medico, ha affrontato l’igiene del sonno, le credenze sul sonno, le tecniche di rilassamento, la terapia della restrizione del sonno e la posizione di sonno ottimale.

 

 

Quali risultati sono stati ottenuti?

 

Dai risultati della ricerca presentati alla conferenza SLEEP 2013: Associated Professional Sleep Societies 27th Annual Meeting (SONNO 2013: 27a riunione annuale delle società professionali associate del sonno) sono emersi i seguenti dati:

  • 321 (88%) su 363 adulti con insonnia che hanno completato il programma di TCC-I hanno riportato un miglioramento della loro insonnia sulla base di feedback soggettivi.
  • Il tempo di sonno complessivo è migliorato in media di 1,5 ore e il tempo per addormentarsi è diminuito da 51 a 22 minuti.
  • I 134 pazienti che assumevano farmaci per dormire hanno ridotto il loro uso da 6 a 4 notti circa per settimana e 41 pazienti (30%) hanno smesso del tutto di usare ausili per dormire.
  • I miglioramenti sono stati simili per uomini e donne; lavoratori a turni; quelli con apnea ostruttiva del sonno, fibromialgia o sindrome delle gambe senza riposo e coloro che assumevano farmaci antidepressivi.

 

 

I dati soggettivi sono stati supportati anche da dati oggettivi?

Da un confronto con gli studi medici e le ricariche nelle farmacie 1 anno dopo e 1 anno prima del programma, si è osservata:

  • una diminuzione degli incontri in ambulatorio di cure primarie (una diminuzione media di circa 1 visita in ambulatorio) dopo aver frequentato il programma per l’insonnia.
  • una diminuzione graduale di ricariche in farmacia l’anno dopo il programma, in particolare farmaci per il sonno e antidepressivi.

 

 

Conclusioni

Dallo studio presentato è emerso che la combinazione di una Singola Sessione di TCC-I con il formato di gruppo è risultata efficace per il trattamento dell’insonnia. A partire da questa esperienza possiamo concludere che l’utilizzo del metodo della Terapia a Seduta Singola associato a modelli d’intervento già efficaci nell’incontro individuale, può incrementarne l’efficienza, rendendoli come in questa sperimentazione accessibili a una maggiore popolazione.

 

Se vuoi saperne di più sulla Terapia a Seduta Singola e approfondire il metodo, puoi leggere il nostro link (clicca qui) “Terapia a Seduta Singola. Principi e pratiche” o partecipare a uno dei nostri workshop (clicca qui).

Angelica Giannetti
Psicologa, Psicoterapeuta
Team dell’Italian Center
for Single Session Therapy

 

 

Bibliografia.

Cannistrà, F., & Piccirilli, F. (2018). Terapia a Seduta Singola: Principi e pratiche. Giunti Editore.

Brooks, M. (2013). Single Sessession Group CBT Effective for Insomnia. Medscape, from http://www.medscape.com/viewarticle/805353_print 2/205 giugno 2013.

Iscriviti ora (nel seguente form) e rimani aggiornato con importanti novità sulla Terapia a Seduta Singola e il prossimo Simposio di TSS (in Italia)!

Angelica Giannetti