Scarica gratis il primo e-book sulla TSS

“Terapia a Seduta Singola. Un’introduzione a principi e pratiche“

Come ottenere il massimo da ogni singolo incontro

Approfondiamo insieme alcuni aspetti

Testimonianze

Leggi nella sezione del Workshop TSS tutte le testimonianze lasciate da chi si è formato con noi.

img

Ho iniziato già dal giorno seguente a mettere in pratica alcuni dei punti focali della TSS nel corso di sedute “tradizionali” già avviate da tempo e devo dire che ho percepito un miglioramento della mia esperienza soggettiva per quanto riguarda: -la focalizzazione dell’obiettivo del paziente all’interno della specifica sessione -la restituzione più puntuale degli aspetti di risorsa e impegno nel lavoro terapeutico (cosa che, mi sono accorta, accresce il senso di alleanza…) -e, più di tutto, un risultato migliore, in termini di efficacia, di un feedback sistematico nel corso della seduta!!! Tutto questo per dire che sono veramente molto soddisfatta dell’acquisizione di questo nuovo assetto metodologico e che sono molto felice di continuare a condividere con voi nuovi sviluppi della TSS ed esperienze personali !

Monica Leva - Psicologa, psicoterapeuta sistemico-relazionale

Ultimi aggiornamenti sulla Terapia a Seduta Singola

L’aiuto che non aiuta: dalla resistenza al cambiamento rapido con le tecniche CBT -TEAM di David Burns

Il 2019 sta per volgere al termine e con esso il percorso che abbiamo tracciato attraverso il nostro blog sulla Terapia a Seduta Singola

In questo anno ci siamo concentrati su alcuni temi specifici che hanno spaziato dal modo in cui implementare la TSS nei Servizi Walk–In o di pronto soccorso psicologico fino agli approcci con cui integrarla, condividendo approfondimenti teorici, casi di studio ed esperienze pratiche dal mondo.

 

Di cosa parleremo quindi oggi?

 Per concludere il percorso ancora una volta ci concentreremo su un nuovo modo di fare psicoterapia, nato dall’esigenza di superare il concetto di resistenza del paziente e intervenire in maniera rapida sui problemi complessi e invalidanti come l’ansia, la depressione e le dipendenze.

Questa nuova modalità di fare terapia integra il metodo della TSS con alcune tecniche di terapia cognitivo comportamentale (CBT) sviluppate dallo psichiatra David Burns che ha definito CBT – TEAM.

Maggiori informazioni

Notizie in tempo reale dal mondo: l’Università dell’Ohio ha creato nuovi servizi per la salute mentale che si adattano alle esigenze dei giovani studenti

Con l’articolo di oggi torniamo a parlare dei servizi Walk-In e Terapia a Seduta Singola e lo facciamo, condividendo quasi in tempo reale una notizia relativa alla nascita di un nuovo servizio ad accesso rapido e senza appuntamento nell’Università dell’Ohio, rivolto a studenti in crisi che fanno richiesta di un sostegno psicologico.

La notizia riportata sulla testata online The Newpolitical il 6 dicembre 2019 dalla giornalista Emily Crebs, parla dell’attuale situazione di disagio rilevato tra la giovane popolazione degli studenti dell’Università e di quale risposta quest’ultima abbia deciso di fornire.

Maggiori informazioni

Quando un solo incontro di terapia può bastare: il celebre caso di “Sally” e l’Emotional Freedom Techniques (EFT) a seduta singola

Nell’articolo di oggi riportiamo la descrizione di un sorprendente caso clinico descritto dal ricercatore e scrittore Dawson Church con l’obiettivo di illustrare come la Terapia a Seduta Singola abbinata a una specifica tecnica in questo caso l’EFT (Emotional Freedom Techniques), possa costituire un unico ed efficace intervento per il trattamento di problematiche complesse e spesso invalidanti come il disturbo da stress post traumatico (PTSD).

Il caso presentato all’interno di Capturing the moment: single session therapy and walk-in services (2014), libro scritto e curato dagli psicologi M. Hoyt e M. Talmon, rappresenta infatti uno dei contributi più interessanti rispetto allo studio teorico e pratico della Terapia a Seduta Singola.

Maggiori informazioni