La Terapia a Seduta Singola online può essere una valida alternativa per fornire servizi durante la pandemia?

La Terapia a Seduta Singola online può essere una valida alternativa per fornire servizi durante la pandemia?

La Terapia a Seduta Singola on line può essere una valida alternativa per fornire servizi durante la pandemia?

Nell’articolo di oggi torniamo a parlare delle diverse funzioni e dei diversi contesti in cui la Terapia a Seduta Singola può essere utilizzata e per farlo condividiamo un’esperienza del metodo utilizzato nel Maltby Center un’organizzazione no-profit con sede a Kingston, in cui la TSS è stata utilizzata come servizio on line per rispondere alle esigenze di salute mentale durante la pandemia COVID-19.

 

 

Quali sono state le influenze della pandemia COVID-19 sulla salute mentale?

La diffusione globale di COVID-19 ha messo in pericolo il benessere fisico e mentale delle persone in tutto il mondo. Sebbene l’impatto della pandemia sulla salute mentale non sia ancora quantificato, le prime revisioni suggeriscono che degli interventi tempestivi potrebbero aiutare le persone e prevenire un disagio ampio. La ricerca ha scoperto che i problemi di salute mentale che iniziano durante una pandemia possono trasformarsi in problematiche mentali gravi come il disturbo da stress post-traumatico.

 

 

Quali sono state le conseguenze dell’isolamento?

Gli studi hanno collegato l’isolamento sociale alla manifestazione di diverse sintomatologie legate all’ansia, alla depressione, all’autolesionismo e al tentato suicidio. Altre prevedibili conseguenze negative derivanti dalla stessa misura di protezione hanno riguardato fenomeni come l’abuso di sostanze e la violenza domestica, tutti fattori di rischio per problemi di salute mentale.

 

 

In che modo la TSS rappresenta una risposta efficace ai problemi presentati?

La TSS è un metodo ormai consolidato e utilizzato nei servizi di salute mentale in diverse parti del mondo. L’intervento concentrandosi sulle questioni attuali portate dai clienti, permette ai consulenti di offrire un supporto immediato per la risoluzione di problematiche specifiche.

 

 

Come funziona?

I clienti lavorano con i consulenti per sviluppare un piano in grado si aiutarli a riassumere il controllo del loro benessere mentale. Il metodo, inoltre, risulta efficace e indicato per il trattamento di condizioni come problemi di umore, ansia, gestione della rabbia e di sonno, tutti sintomi che possono insorgere o amplificarsi in particolari situazioni come nel caso appunto dell’isolamento sociale.

 

 

Vediamo come il Maltby Center utilizza la TSS e in che modo ha offerto il suo servizio!

Il Centro offre ai giovani di età compresa tra 0 e 24 anni e ai loro caregiver l’accesso a una sessione di consulenza gratuita di un’ora con uno psicoterapeuta. In seguito all’epidemia COVID-19, il servizio è stato spostato online. Il suo nuovo programma di accesso alla salute mentale opera cinque giorni alla settimana per fornire ai clienti a una sessione entro 24 ore dal contatto.

 

 

Questo modello di servizio è un fenomeno virtuoso isolato?   

No!

Molte organizzazioni stanno implementando la TSS nelle proprie cliniche Walk-in nella convinzione che in questo modo più persone possono cercare supporto senza imbattersi nella barriera delle lunghe liste d’attesa per un appuntamento. La TSS in forma virtuale, inoltre, ha il vantaggio in un periodo come quello della pandemia di garantire la sicurezza per la salute, mantenendo la disponibilità di un supporto a distanza.

 

 

Conclusioni

Le conseguenze della pandemia COVID-19 sulla salute psicologica richiede la messa in atto di soluzioni tempestive al fine di prevenire un disagio grave. La Terapia a Seduta Singola può rappresentare una valida risposta per intervenire sulle preoccupazioni psicologiche legate al COVID-19. L’impatto dell’autoisolamento, dell’allontanamento sociale e delle restrizioni ai viaggi è stato, inoltre, aggravato dalla disinformazione e dai cambiamenti globali sulle procedure educative, politiche ed economiche. L’implementazione della TSS on line pertanto potrebbe rappresentare in questa fase storica una soluzione conveniente per le organizzazioni, le quali potrebbero continuare a offrire supporto per la salute mentale, limitando i tempi di attesa e altre barriere al servizio. L’esperienza del Maltby Center dovrebbe costituire un esempio positivo da seguire per altri centri di salute mentale.

 

Se vuoi saperne di più sulla Terapia a Seduta Singola e approfondire il metodo, puoi leggere il nostro link (clicca qui) “Terapia a Seduta Singola. Principi e pratiche” o partecipare a uno dei nostri workshop (clicca qui).

 

Angelica Giannetti
Psicologa, Psicoterapeuta
Team dell’Italian Center
for Single Session Therapy

 

 

Bibliografia

Cannistrà, F., & Piccirilli, F. (2018). Terapia a seduta singola: Principi e pratiche. Firenze: Giunti Editore.

Matsushita, K (2020). Single-session therapy is necessary during the pandemic, The queens journal from https://www.queensjournal.ca/story/2020-07-26/opinions/single-session-therapy-is-necessary-during-the-pandemic/

Angelica Giannetti

I commenti sono chiusi