L’Italian Center for Single Session Therapy il 24 e 25 ottobre 2019 volerà in Australia per il Simposio internazionale sulla Terapia a Seduta Singola

L’Italian Center for Single Session Therapy il 24 e 25 ottobre 2019 volerà in Australia per il Simposio internazionale sulla Terapia a Seduta Singola

L’Italian Center for Single Session Therapy il 24 e 25 ottobre 2019 volerà in Australia per il Simposio internazionale sulla Terapia a Seduta Singola

Ebbene sì!

L’Italian Center for Single Session Therapy il il 24 e 25 ottobre 2019 volerà in Australia per partecipare al International Single Session Therapy e Walk-In Services Symposium che si terrà a Melbourne (clicca qui), con la partecipazione speciale di Flavio Cannistrà invitato in qualità di guest e rappresentate del metodo della Terapia a Seduta Singola per l’Italia.

Ciò oltre a renderci orgogliosi per il grande riconoscimento ricevuto, rappresenterà un momento importante per discutere e confrontarsi con altri professionisti del settore sull’attuazione della Terapia a Seduta Singola e sui Servizi Walk-in in cui essa è maggiormente praticata.  

 

Cosa si affronterà nel Simposio?

La conferenza dal titolo “Il pensiero di una singola sessione: andare un passo alla volta a livello globale si baserà sui precedenti due convegni di Single Session Therapy e Walk-In Services svolti in Australia nel 2012 con il titolo “Capturing the Moment: Inaugural International Symposium on Single Session Therapies and Walk-In Services” e in Canada nel 2015 con il titolo “Capturing the Moment II: Reaching New Heights in Single”.

In entrambe le conferenze molta importanza è stata data alle ricerche svolte dai diversi esponenti, operatori e studenti provenienti dai diversi Paesi del mondo e ai lavori prodotti per l’occasione, in cui sono state descritte le diverse possibili declinazioni della TSS, con una particolare attenzione agli innovativi servizi di walk-in esistenti.

 

Quale sarà l’obiettivo della conferrenza di quest’anno?

Il 24 e 25 ottobre ci si concentrerà nuovamente su questi temi in particolare sul pensiero da attuare nella sessione singola, con uno sguardo aperto però al futuro della Terapia a Seduta Singola come servizio da erogare.

 

Qual è attualmente lo stato dell’arte della Terapia a Seduta Singola?

Nell’intervista (clicca qui) riportata nel precedente articolo a Jeff Young, uno dei massimi esponenti di Terapia a Seduta Singola al mondo, si è parlato oltre che del suo contributo allo sviluppo della TSS come metodo d’intervento con la peculiare definizione di “Single Session Work” anche dello stato dell’arte della TSS come servizio da erogare nel mondo.

 

Qual è il punto di vista dell’esperto su questo tema?

Rispetto a ciò si è discusso con Young su quanto negli ultimi trent’anni la Terapia a Seduta Singola si sia diffusa in diversi Paesi (Stati Uniti, Regno Unito, Israele, Italia, Svezia, Messico, Cina, Nuova Zelanda) con la raccolta di numerose ricerche in grado di dimostrarne ormai l’assoluta efficacia e su quanto ancora si possa fare per diffonderla, soprattutto quando si parla di TSS non solo come metodo d’intervento, ma come servizio da erogare sia nell’ambito dell’assistenza sanitaria pubblica che nell’ambito professionale privato.

Sebbene la TSS sia studiata e conosciuta ormai da oltre trent’anni, solo negli ultimi dieci anni si è assistito a una vera e propria esplosione di studi di approfondimento, di eventi internazionali e di libri scritti che ne hanno prodotto una maggiore diffusione.

 

Cosa è satato determinante per questo sviluppo?

Ciò è stato possibile grazie alle conferenze internazionali in seguito alle quali sono stati pubblicati libri fondamentali come When One Hour is All You Have: Effective Therapy for Walk-I Clients di A. Slive e M. Bobele scritto nel 2011 o lo stesso Capturing the Moment: Single Session Therapy and Walk-In Services scritto nel 2014 da F. Hoyt e M. Talmon e tradotto in varie lingue tra cui l’italiano, pubblicato dopo il primo simposio internazionale avvenuto in Australia nel 2012.

Altri libri tuttavia sulla scia di tali iniziative sono stati prodotti e solo nel 2018 in Italia, nel Regno Unito e negli Stati Uniti sono stati pubblicati Terapia a Seduta Singola. Principi e pratiche di F. Cannistrà e F. Piccirilli, Single-Session Therapy (SST). 100 Key Points and Techniques di W. Dryde, infine, Single – Session Therapy by Walk -In or Appointment di M. F. Hoyt et al.

 

Conclusioni  

La diffusione della Terapia a Seduta Singola continua a porre molte riflessioni in termini mondiali e se tanta strada è stata fatta sul piano della ricerca, oggi sembrano esserci ancora altri percorsi da esplorare per ciò che attiene alla sua applicazione.

La presenza sempre più diffusa dei servizi walk-in evidenzia come tali contesti rappresentino attualmente l’ambito privilegiato in cui praticarla. Il International Single Session Therapy e Walk-In Services Symposium, tuttavia, costituirà un’ottima occasione per riorientare le nostre bussole e dirigerci verso lo sviluppo di servizi più vicini alle persone e alle nuove esigenze emergenti nell’ambito della salute mentale.

 

Se vuoi saperne di più sulla Terapia a Seduta Singola e approfondire il metodo, puoi leggere il nostro link (clicca qui) “Terapia a Seduta Singola. Principi e pratiche” o partecipare a uno dei nostri workshop (clicca qui).

 

 

Angelica Giannetti
Psicologa, Psicoterapeuta
Team dell’Italian Center
for Single Session Therapy

 

 

Bibliografia

Cannistrà, F., & Piccirilli, F. (2018). Terapia a seduta singola: Principi e pratiche. Firenze: Giunti Editore.

Dryde, W. (2018). Single-Session Therapy (SST). 100 Key Points and Techniques. London: Routledge.

Hoyt, M.F., Bobele, M., Slive, A., Young, J., Talmon, M. (2018). Single – Session Therapy by Walk -In or Appointment: Administrative, Clinical, and Supervisory Aspects of One – at- a – Time Services. New York: Routledge.

Hoyt, M.F., & Talmon, M. (2014). Capturing the Moment: Single Session Therapy and Walk-In Services. Crown House Pub.

Slive, A., & Bobele, M. (2011). When One Hour is All You Have: Effective Therapy for Walk-in Clients. Phoenix, AZ: Zeig, Tucker & Theisen.

Angelica Giannetti

I commenti sono chiusi