Notizie in tempo reale dal mondo: l’Università dell’Ohio ha creato nuovi servizi per la salute mentale che si adattano alle esigenze dei giovani studenti

Notizie in tempo reale dal mondo: l’Università dell’Ohio ha creato nuovi servizi per la salute mentale che si adattano alle esigenze dei giovani studenti

Notizie in tempo reale dal mondo: l’Università dell’Ohio ha creato nuovi servizi per la salute mentale che si adattano alle esigenze dei giovani studenti

Con l’articolo di oggi torniamo a parlare dei servizi Walk-In e Terapia a Seduta Singola e lo facciamo, condividendo quasi in tempo reale una notizia relativa alla nascita di un nuovo servizio ad accesso rapido e senza appuntamento nell’Università dell’Ohio, rivolto a studenti in crisi che fanno richiesta di un sostegno psicologico.

La notizia riportata sulla testata online The Newpolitical il 6 dicembre 2019 dalla giornalista Emily Crebs, parla dell’attuale situazione di disagio rilevato tra la giovane popolazione degli studenti dell’Università e di quale risposta quest’ultima abbia deciso di fornire.

Vediamo quale è il dato riportato dall’Università!

Secondo Paul Castelino, direttore dei servizi di consulenza psicologica dell’Hudson Health Center durante il 2019 il 31% in più degli studenti dell’Università dell’Ohio è ricorsa già nelle prime dieci settimane dell’anno accademico alla consulenza drop-in presso l’Hudson Health Center.

Il Drop-In Counseling è un servizio di consulenza rapida (anche di soli trenta minuti) che fornisce supporto al percorso accademico e sostegno psicologico.  

 

Quali sono le ragioni di tale fenomeno?

Secondo Castelino i fattori che hanno determinato l’aumento della richiesta di aiuto da parte degli studenti sono molteplici e riguardano sia la maggiore conoscenza dei temi legati alla salute mentale che spinge verso la richiesta di trattamenti, sia l’arrivo sempre più consistente di studenti con disturbi di ansia e depressione diagnosticati o derivanti da fattori di stress quali il passaggio all’età adulta, l’allontanamento da casa e dalla propria dimensione sociale.

 

L’Università come ha deciso di rispondere a questi bisogni?

Per offrire risposte maggiormente adeguate alle richieste degli studenti il Counselling and Psychological Services (CPS) dell’Ohio ha deciso di apportare modifiche all’erogazione dei propri servizi e all’organizzazione del personale. Rispetto a quest’ultimo, ad esempio, ha aumentato le unità dei professionisti impegnati nella consulenza, allargando così a un maggior numero di studenti la possibilità di accesso al servizio e al fine di diminuire le liste di attesa ha ridotto la frequenza delle sessioni di terapia.

 Secondo Castelino, infatti, la modalità tradizionale di fare terapia settimanale si sta lentamente perdendo sia all’Ohio University che a livello nazionale. Vedere persone settimanalmente, provocherebbe presto un arresto all’accoglienza dei giovani studenti. Tuttavia, se uno studente si presenta con un serio bisogno di assistenza o ha pensieri suicidari, gli viene data la priorità e la possibilità di essere visto più volte durante la settimana, se necessario. 

 

Quali sono i servizi psicologici offerti?

Il primo passo per ricevere i servizi psicologici è la consulenza drop-in a cui gli studenti accedono senza aver pianificato un appuntamento. La sessione inizia con la compilazione di alcuni documenti e subito dopo avviene l’incontro con il consulente.

 

Cosa prevede la sessione d’intervento?

Durante la sessione il consulente domanda allo studente il motivo della sua richiesta e cosa sta succedendo nella sua vita. Talvolta nella sessione vengono risolti alcuni problemi sopraggiunti in quel momento nella vita del giovane.

Il consulente può suggerire, inoltre, l’invio dello studente a una terapia individuale, di gruppo o a sessione singola. I giovani, infine, possono essere inviati anche in una clinica di coping per apprendere le abilità necessarie alla gestione dello stress derivante da fattori personali o legati alla vita del college. 

 

Conclusioni

È ormai chiaro come la tendenza generale nel mondo sia quella di fornire servizi di salute mentale sempre più mirati alle esigenze della comunità. L’ambito universitario indubbiamente rappresenta uno dei contesti dove tale adattamento richiede maggiori sforzi visti i mutevoli bisogni espressi dai giovani in formazione. Una delle strategie messe in campo per rispondere al meglio alle necessità espresse, prevede quasi sempre come abbiamo visto, la formazione di personale specializzato in forme di terapia breve associata all’implementazione di servizi ad accesso diretto volto all’eliminazione delle liste di attesa

 

Se vuoi saperne di più sulla Terapia a Seduta Singola e approfondire il metodo, puoi leggere il nostro link (clicca qui) “Terapia a Seduta Singola. Principi e pratiche” o partecipare a uno dei nostri workshop (clicca qui).

 

Angelica Giannetti
Psicologa, Psicoterapeuta
Team dell’Italian Center
for Single Session Therapy

 

Bibliografia

Crebs, E., (2019). Mental Health Services at Ohio University adapting to increase in demand. The Newpolitical from https://thenewpolitical.com/2019/12/06/mental-health-services-at-ohio-university-adapting-to-increase-in-demand/

Angelica Giannetti

I commenti sono chiusi